Diabete, problemi al fegato non rilevati per 1 paziente su 6

Steatosi epatica diagnosticata solo in una minoranza di casi

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 24 DIC - Circa il 17% delle persone con diabete potrebbe avere problemi al fegato senza saperlo. Uno studio condotto dalla Duke University di Durham, in Usa, pubblicato sul Journal of the Endocrine Society mostra infatti che, anche in presenza di valori epatici alterati, solo una piccola parte di pazienti diabetici viene sottoposta a indagini di approfondimento per valutare la salute epatica.
    "La steatosi epatica non alcolica colpisce in modo sproporzionato le persone con diabete di tipo 2, con una prevalenza che può arrivare al 60-70%. È importante sottolineare che la presenza di diabete di tipo 2 è associata a maggiori probabilità di avere forme progressive della malattia", scrivono gli autori della ricerca, che hanno valutato la storia clinica di 228 persone con diabete non controllato adeguatamente.
    Il team ha scoperto che la gran parte dei pazienti (l'85%) negli ultimi due anni aveva fatto esami del sangue per misurare i livelli di enzimi epatici. Tuttavia quasi mai ai segnali di allarme erano seguiti approfondimenti. Un terzo delle persone aveva livelli di enzimi epatici anomali, ma solo il 7% era stato sottoposto a un'ecografia, il test di prima linea per diagnosticare la steatosi epatica. Ancora di meno (il 5%) riferiva di aver fatto una visita per valutare la presenza di fibrosi del fegato. Sulla base della valutazione degli esami medici disponibili, i ricercatori hanno calcolato che il 17% del campione avrebbe potuto soffrire di steatosi epatica non alcolica non diagnosticata. La percentuale sale al 20,8% se si considerano solo le persone con una peggiore gestione del diabete. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA