Verdi: Marche, espulso dal partito Luca Santarelli

Carrabs su consigliere regionale, nessun impegno lotte ecologia

   "L'esecutivo dei Verdi delle Marche, all'unanimità, ha chiesto all'esecutivo nazionale, che ha deliberato all'unanimità, l'esclusione di Luca Santarelli dalle liste degli iscritti al partito, diffidandolo dal presentarsi, o agire, in nome e per conto della Federazione dei Verdi e di Europa Verde". Lo fa sapere in una nota la Federazione dei Verdi a proposito del consigliere regionale, che è stato consigliere comunale Pd a Senigallia poi passato ai Verdi ed eletto nell'Assemblea con la lista Rinasci Marche - Mangialardi presidente (Verdi, Civici, +Europa).
    Il partito gli contesta il non essersi impegnato "a favore delle proposte ecologiste; una totale assenza di dialogo, un'azione politica personalistica allineata al centrodestra" e il "mancato adempimento delle norme statutarie". "Un atto politico dovuto, legittimo e obbligatorio quella dell'espulsione di Luca Santarelli dai Verdi. - commenta Gianluca Carrabs (Coordinatore Regionale della Federazione Verdi Marche e membro dell'Esecutivo Nazionale - Umanamente sono dispiaciuto e molto amareggiato, avendolo candidato e sostenuto elettoralmente, ma politicamente assolutamente no"."In oltre 7 mesi - afferma ancora Carrabs - Santarelli non ha ritenuto in alcun modo di dover portare avanti proposte ecologiste e di doversi confrontare con nessuno di noi, né tantomeno avere rapporti con la Federazione Verdi Marche".
    "+Europa - che è stata parte integrante della lista Rinasci Marche (assieme a Verdi e Civici) - condivide la posizione della Federazione dei Verdi - scrivono in una nota i portavoce regionali Mattia Morbidoni e Diletta Doffo - e le sue motivazioni sull'espulsione dal partito del consigliere Santarelli". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie