Marche
  1. ANSA.it
  2. Marche
  3. Filippo Mignini diventa socio Accademia Lincei

Filippo Mignini diventa socio Accademia Lincei

Docente emerito Storia Filosofia Unimc, studioso di Matteo Ricci

   Filippo Mignini, professore emerito di Storia della Filosofia nell'Università di Macerata, è stato ammesso come socio per la classe delle Scienze Morali, Storiche e Filologiche all'Accademia dei Lincei, una delle istituzioni scientifiche più antiche d'Europa, che dal 1611 contò tra i suoi soci anche Galileo Galilei. La cerimonia di ingresso dei nuovi soci si terrà a Roma il prossimo 11 novembre.
    "Una nomina che rende orgoglioso l'intero Ateneo", sottolinea il rettore Francesco Adornato. Filippo Mignini è studioso del pensiero medievale e del pensiero moderno con particolare riferimento a Spinoza, al quale ha dedicato edizioni critiche, traduzioni e saggi per oltre un centinaio di titoli. Direttore del Dipartimento di Filosofia e scienze umane (1989-1994), poi del Dipartimento di Studi Umanistici (2012-2015), è stato membro del Consiglio di Amministrazione e del Senato Accademico. Assessore alla Cultura della provincia di Macerata (1995-1999), ha valorizzato e poi studiato personalità di rilievo del territorio. Ha lavorato sul giurista Alberico Gentili, esaminandone i rapporti personali con Giordano Bruno a Londra; e su Romolo Murri, di cui ha compiuto, su mandato della Soprintendenza archivistica delle Marche, la catalogazione informatizzata dell'Archivio, conservato a Gualdo di Macerata.
    Da oltre vent'anni studia e promuove la figura e l'opera di padre Matteo Ricci, il gesuita evangelizzatore in Cina, di cui dirige la pubblicazione delle Opere presso Quodlibet. Direttore dell'Istituto Ricci (2001-2011), ha curato diverse grandi mostre sul gesuita maceratese, con relativi cataloghi, tra cui Macerata 2003, Roma e Berlino 2005, Pechino, Shanghai, Nanchino e Macao 2010. L'esposizione di Macao è stata visitata ufficialmente dal presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Nel 2011 ha curato un'esposizione ricciana al Parlamento europeo di Strasburgo. Profondamente convinto della potenza coinvolgente e chiarificatrice del teatro, ha promosso riduzioni sceniche di opere filosofiche, dallo Spaccio de la bestia trionfante di Bruno al Diogenes cynicus redivivus di Comenio, e curato letture sceniche su Bruno, Ricci, Murri, Spinoza e Lucrezio. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie