Piemonte

Maturità: al via per 35mila studenti in Piemonte

.Niente tema ma resta l'emozione prima del maxi orale

(ANSA) - TORINO, 16 GIU - Anche se il volto, nascosto dalla mascherina, sembra sereno, gli occhi di Irene Olivieri, la prima maturanda ad essere esaminata questa mattina al liceo Gioberti di Torino, tradiscono l'emozione per la Maturità. E raccontano di una notte insonne. Gli stessi sentimenti vissuti dai tantissimi studenti che hanno varcato il portone dello storico liceo di via Sant'Ottavio. Niente prova scritta, per colpa della pandemia, ma un maxi orale di un'ora.
    Sono 35 mila gli studenti che in Piemonte affrontano l'esame.
    Mascherine, misurazione elettronica della febbre, autocertificazione, sostituiscono i capannelli di ragazzi che tradizionalmente fuori dagli istituti scommettevano sui titoli dei temi, incoraggiandosi a vicenda. "L'emozione c'è eccome - spiega Irene prima di entrare insieme a due sue amiche -, però mi sento preparata. Gli insegnanti ci sono stati vicini in questo anno ancora difficile per colpa del Covid".
    L'elaborato nelle materie di indirizzo, che devono presentare i ragazzi, è stato consegnato ai professore e "questa mattina lo discuterò con la commissione", continua la studentessa della Quinta Linguistico. Poi verrà discusso un breve testo di letteratura italiana. "Ci sarà anche un argomento che dovrò collegare con tutte le materie e come terza prova una presentazione dell'esperienza di Pcto, ex alternanza scuola lavoro, tramite relazione o progetto multimediale". Irene entra.
    Saluta con la mano i genitori seduti al bar, che aspettanno qui la fine dell'esame. Sono cinque i candidati al giorno che devono affrontare il maxi orale. Poi, tra quindici giorni, tutti in vacanza. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie