Piemonte

Per Eitan aperta inchiesta per sequestro di persona

Zio, aggirata la legge; Comunità ebraica, un atto gravissimo

(ANSA) - MILANO, 12 SET - La Procura di Pavia ha aperto un'inchiesta per sequestro di persona nel caso di Eitan Biran, il piccolo, unico sopravvissuto della tragedia del Mottarone, che i nonni materni hanno portato in Israele sottraendolo alla zia Aya che ne è anche tutrice legale.
    Lo si apprende da fonti qualificate. "Me lo sentivo che quella famiglia avrebbe fatto qualcosa di sporco per aggirare la legge italiana" ha detto al Corriere il marito di Aya, Or Nirko.
    Alla zia "è davvero molto attaccato, per lui è un punto di riferimento fondamentale...E' davvero un grande dolore pensare che sia stato portato via così" ha osservato Madre Paola Canziani, superiora dell'Istituto Canossiane di Pavia, la scuole frequentata da Eitan dove il piccolo era ritornato da una settimana.
    Anche "la Comunità Ebraica di Milano - ha spiegato il presidente Milo Hasbani - ha appreso con sgomento la notizia del sequestro del piccolo Eitan ed esprime una decisa condanna nei confronti di questo gravissimo atto che viola le leggi italiane ed internazionali. L'augurio è che la vicenda si risolva nel più breve tempo possibile nella direzione dell'ottemperanza della decisione del Tribunale dei minori". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie