Figc: 'Il Grande Torino simbolo di unità nazionale'

Gravina ricorda le vittime di Superga a 72 anni dal disastro

 "Sono passati 72 anni anni, ma il ricordo della Tragedia di Superga è sempre vivo". Così la Federcalcio in una nota, ricordando che il 4 maggio 1949 l'aereo che stava riportando a casa il Torino dopo un'amichevole disputata a Lisbona contro il Benfica si schiantò sulla collina di Superga, cancellando in un istante la vita delle 31 persone presenti a bordo (27 passeggeri e 4 componenti dell'equipaggio)".
    "L'Italia del calcio -afferma il presidente della Figc Gabriele Gravina- si ritrovò così a piangere una delle squadre più forti di tutti i tempi, il Grande Torino, capace di vincere cinque scudetti consecutivi negli anni '40. I giocatori granata erano la colonna portante della Nazionale, campioni amati da milioni di tifosi italiani che anche attraverso il calcio cercavano di lenire le sofferenze patite a causa della Seconda Guerra Mondiale. Il Grande Torino è un simbolo di unità nazionale che non verrà mai dimenticato. Il dolore e le emozioni che suscita ancora oggi il ricordo della tragedia di Superga rappresentano un patrimonio di valori per tutto il calcio italiano".  
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie