Sport

Sci: Goggia delle meraviglie, trionfa in libera St. Anton

Adelboden: vince Pinturault,De Aliprandini 6/o. Incidente a Ford

Con un'altra delle sue cavalcate da batticuore, l'azzurra Sofia Goggia ha nettamente vinto in 1.24.06 anche la discesa di cdm di St. Anton. Per la 28enne campionessa olimpica bergamasca è il 9/o successo in carriera ed il 30/o podio, in discesa, con due vittorie ed un secondo posto in tre gare. Ora è, con 280 punti, nettamente in testa alla classifica di specialità. Dietro di lei, con distacchi sostanziosi, sono finite l'austriaca Tamara Tippler in 1.25.02 e la statunitense Breezy Johnson in 1.25.10 . Ma per l'Italia le buone notizie in questo sabato di sci non sono finite qui. A S. Anton - su una pista altamente tecnica, velocissima e piena di curve da tirare alla perfezione, senza tratti di scorrimento puro, molto simile ad un lungo superG - c'è stata infatti l'eccellente prova della giovane trentina Laura Pirovano 5/a in 1.25.21. Non bastasse poi ci sono Elena Curtoni 8/a in 1.25.40, e poco più indietro tutte le altre a partire da Marta Bassino 13/a in 1.25.77 e Federica Brignone 15/a . Soddisfattissima ovviamente Sofia Goggia.

 Buone notizie, o almeno segnali positivi per l'Italia anche dalla squadra maschile di gigante ad Adelboden con una bella gara di Luca De Aliprandini, trentino anche lui come Pirovano. Ad Adelboden il francese Alexis Pinturault ha concesso il bis e ha vinto in 2.18.36 anche il secondo slalom gigante. Secondo il croato Filip Zubcic in 2.19.62 e terzo lo svizzero Loic Meillard in 2.20.01. Ma miglior azzurro in classifica dopo una superba seconda manche è stato invece Luca De Aliprandini, buon 6/o in 1.20.42 dopo essere stato 10/o nella prima. Luca, stanco di sentirsi criticato per risultati sinora giudicati troppo modesti nonostante al sua riconosciuta bravura, è sceso nella seconda manche con la rabbia in corpo. Se lo farà ancora il suo primo podio in carriera presto arriverà.

Con la pista di Adelboden De Aliprandini aveva poi del resto un conto aperto: l'anno scorso era al comando dopo la prima manche ma finì fuori nella seconda quando pareva avere ormai in tasca la tanto sognata vittoria. In classifica ad Adelboden ci sono poi Giovanni Borsotti 14/o in 2.21.39 e Riccardo Tonetti 16/o in 2.21.01. La gara è stata pero segnata dalla bruttissima caduta nella prima manche dello statunitense Tommy Ford che ha perso conoscenza. Ha riaperto gli occhi in ospedale dove viene sottoposto a tutti i necessari accertamenti sulle sue reali condizioni. A proposito di incidenti, niente secondo gigante e stagione finita per i due giovani talenti norvegesi Lucas Braathen Atle MocGrath che erano caduti rovinosamente venerdì. 

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie