Umbria

Coletto, Foligno-Spoleto polo unico con funzioni diverse

Assessore risponde in Aula a interrogazione Paola Fioroni (Lega)

(ANSA) - PERUGIA, 15 GIU - "Quello di Foligno-Spoleto sarà un polo unico che poggia su due gambe con compiti diversi": è quanto ha affermato l'assessore regionale alla Sanità, Luca Coletto, rispondendo, nella sessione riservata al question time (interrogazioni a risposta immediata) della seduta dell'Assemblea legislativa, a una interrogazione di Paola Fioroni (Lega), sugli intendimenti della Giunta regionale rispetto alla "riqualificazione ed implementazione dell'ospedale 'San Matteo degli Infermi' di Spoleto".
    L'assessore Coletto ha spiegato, in particolare, che "l'ospedale di Spoleto è uno dei sette dove il Ministero ha deciso di investire per una riorganizzazione delle terapie intensive come Dea di primo livello, le implementazioni susseguenti sono perciò necessarie e, aggiungo - ha detto - dovute. Abbiamo un debito di riconoscenza verso questo ospedale e va ricollocato secondo prospettive che saranno definite al più presto, nell'ottica della differenziazione delle identità dei vari plessi: non potrà essere uguale a quello di Foligno, che si trova a dieci minuti di macchina".
    "Quello di Foligno-Spoleto sarà un polo unico - ha quindi aggiunto - che poggia su due gambe con compiti diversi, con l'emergenza-urgenza a Foligno e il recupero di tutte le funzioni ospedaliere a Spoleto, dando continuità a chirurgia, oncologia, radioterapia, anche con un nuovo generatore lineare per potenziare le prestazioni, da 30 a 40 al giorno. È prevista la riattivazione del punto nascita, stiamo recuperando personale per ginecologia e pediatria. L'ospedale San Matteo degli infermi sarà un caposaldo della regione e servirà tutta la Valnerina".
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie