Al teatro della Corte aperta la camera ardente per Sciaccalug

Domani la cerimonia laica, poi la cremazione

 Porte aperte, questa mattina dalle 10 al Teatro della Corte per salutare Marco Sciaccaluga, scomparso due giorni fa a 67 anni.
    Il Teatro in cui ha lavorato tutta la vita esordendo come regista ad appena 22 anni, ha voluto accoglierlo per l'ultima volta e quanti vorranno salutare il grande regista genovese potranno farlo fino alle ore 19 di questo pomeriggio.
    L'allestimento della camera ardente con luci soffuse nel teatro vuoto e un occhio di bue puntato sul feretro posto al centro del palco, sul catafalco, risulta molto suggestivo. Da un lato della bara è stata sistemata una sciarpa rossoblù a voler ricordare una delle sue grandi passioni sportive: l'amatissimo Genoa. In sottofondo la musica dei Doors. Il flusso delle persone è costante e composto, tra strettissimi controlli covid.
    Domani alle 11, per un pubblico ristretto, sullo stesso palcoscenico si celebrerà un ultimo saluto laico a Sciaccaluga: interverranno il sindaco Marco Bucci, l'assessore alla cultura della regione Ilaria Cavo, il direttore del Teatro Davide Livermore, attori e amici per una ultima testimonianza. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        MyWay Autostrade per l'Italia
        Vai al Canale: ANSA2030



        Modifica consenso Cookie