Sicilia

Comuni:Palermo; opposizione all'attacco Catania si dimetta

(ANSA) - PALERMO, 09 GIU - Numerose le reazioni dopo il voto in aula del consiglio comunale di Palermo che ha sfiduciato l'assessore alla mobilità Giusto Catania. Per il consigliere comunale e leader di Più Europa Fabrizio Ferrandelli, che ha presentato la mozione di sfiducia, "l'assessore Catania mostra assenza di dialogo e confronto democratico, glissando nei fatti la possibilità di un percorso condiviso, come con la sospensione della Ztl in sfregio alla deliberazione del consiglio e delle richieste corali dei commercianti".
    Per Dario Chinnici e Gianluca Inzerillo, capigruppo di Italia Viva e Iv-Sicilia Futura, "la mozione di sfiducia all'assessore Catania, votata quasi all'unanimità dal consiglio comunale di Palermo, è l'esito scontato di un'esperienza amministrativa costellata di fallimenti. Adesso Catania abbia un sussulto di dignità e si dimetta".
    Sulla stessa linea anche il capogruppo della Lega, Igor Gelarda: "un assessore veramente coscienzioso, che si rende conto che l'organo eletto dai cittadini palermitani lo ha sfiduciato dovrebbe dimettersi immediatamente. Sfiduceremo tutti coloro che hanno sostenuto e che sostengono questo malgoverno di Leoluca Orlando. Palermo deve essere liberata".
    Per il consigliere comunale Marianna Caronia, infine, si tratta di "un segnale ed un voto politico che purtroppo il Sindaco non coglierà, continuando a raccontare una città che non esiste". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie