ANSAcom
ANSAcom

Clai festeggia i suoi primi 60 anni al Cibus di Parma

'I nostri valori sono le persone, l'italianità e il saper fare'

PARMA ANSAcom
"Clai si è sempre contraddistinta per la singolare composizione della base sociale, costituita da soci allevatori e famiglie impegnate nell’allevamento di suini e bovini da carne, e dai soci lavoratori inseriti in vari ruoli nell’impresa. Un esempio di gestione partecipata, unico nel panorama dell’industria agroalimentare europea, che permette di valorizzare al meglio i prodotti grazie a una lavorazione artigianale di alto profilo”. Pietro D’Angeli, direttore generale di Clai, ha presentato con queste parole la partecipazione della cooperativa imolese di produzione di salumi alla 21/ma edizione di Cibus, il salone internazionale dell’alimentazione in corso a Parma.
Dopo le fiere Marca Identità Milano, Clai, che quest’anno festeggia i 60 anni di attività, torna a mettersi in mostra con uno stand dove è possibile assaggiare vecchi e nuovi prodotti. Tra le tipicità esposte nello stand della cooperativa alcuni salumi emiliano-romagnoli - come il salame contadino, il campagnolo e la salsiccia passita – ma anche altri di provenienza meridionale (O’sole mio, la ventricina e la spianata. Spazio però anche ai “trend più moderni che richiedono salumi naturali e light”, come ‘Imola 1962’, un salame senza conservanti con una lista breve di ingredienti e ‘Bella festa light’, con il 50% in meno di grassi rispetto al salame Milano.
“Ogni giorno Clai – ha concluso D’Angeli – lavora con passione e dedizione per interpretare in termini qualitativi le tipicità locali di tutta Italia grazie all’expertise dei suoi uomini e alla connessione emotiva e valoriale che si è creata nel tempo con il territorio d’origine: gusti, profumi, sapori, appartenenza, emozioni ed esperienze di consumo faranno sempre più la differenza per chi è alla ricerca di prodotti di qualità e dal posizionamento più elevato”.

In collaborazione con:
Clai

Archiviato in


Modifica consenso Cookie