Sisma&Ricostruzione

Terremoto: Pieve Torina, inaugurato nuovo palazzetto sport

Grazie Fond.Rava e tanti donatori.A evento ex pallavolista Zorzi

(ANSA) - PIEVE TORINA, 26 OTT - La Fondazione Francesca Rava di Milano insieme al Comune di Pieve Torina (Macerata) hanno inaugurato stamani il nuovo palazzetto dello sport per bambini e famiglie del Comune marchigiano distrutto al 90% dal sisma del 2016. Si tratta di una struttura all'avanguardia collegata alle scuole elementari e medie, ma pensata anche come spazio di aggregazione e socializzazione per i cittadini di tutte le età: è una costruzione di 740 mq suddivisi su due livelli con un campo da pallavolo, cesti per la pallacanestro, una arrampicata di otto metri e una sala superiore adibita a palestra. L'inaugurazione è stata aperta da Mariavittoria Rava, presidente della Fondazione che ha ricordato le vittime del sisma e le terre devastate, ma anche l'impegno "senza sosta della Fondazione nella ricostruzione e nella vicinanza alle popolazioni più colpite, con la consegna di 8 scuole nelle Marche e in Umbria, di cui l'ultima nel 2018 proprio a Pieve Torina". Il sindaco di Pieve Torina, Alessandro Gentilucci, la presidente della Fondazione, donatori e studenti hanno tagliato il nastro con Fabrizio Curcio, Capo Dipartimento Protezione Civile, Francesco Acquaroli, presidente della Regione, tanti sindaci del territorio e Andrea Zorzi ex pallavolista, due volte campione del mondo con la "Generazione di fenomeni". Zorzi ha inaugurato la struttura palleggiando con le ragazze della squadra di A2, CBF Balducci di Macerata e i ragazzi delle scuole medie di Pieve Torina e Visso. Altri giovani hanno giocato a basket e si sono arrampicati alla parete. Il palazzetto è stato realizzato grazie a tanti donatori, privati e aziende. "Quella di oggi è una data importante per Pieve Torina e per tutta l'area alto maceratese: cinque anni fa abbiamo subìto un sisma devastante - ha ricordato il sindaco - che ha distrutto case e piegato l'economia di un intero territorio". "Ma non ha scalfito il nostro spirito - ha concluso - e il desiderio di tanti di voler rimanere qui, nelle terre in cui siamo nati. È con questa convinzione che ci siamo adoperati, sin da subito, per porre le basi per una ripartenza vera". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie