Cambellotti, trascrittore della realtà

A Roma mito, storia e natura nel percorso multiforme artista

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 5 GIU - Orafo, ceramista, illustratore, pittore, scenografo teatrale e cinematografico, costumista, fotografo e collezionista, scultore originale ispirato a una classicità di stile, forme e soggetti: è poliedrica la personalità di Duilio Cambellotti, artista e artigiano che ha vissuto la sua stagione più feconda nei primi decenni del '900.
    Un'analisi della sua sterminata attività viene dalla mostra allestita a Roma nei Musei di Villa Torlonia, scenario fantastico tra stucchi e decorazioni per le 240 opere di questa antologica. Nel Casino dei Principi la parte più cospicua; una sezione dedicata alla scenografia e una galleria di sculture concludono il percorso nel Casino Nobile. Infine, la collezione permanente di vetrate liberty e decò che ornano la Casina delle Civette.
    "Duilio Cambellotti. Mito, sogno e realtà" - a cura di Daniela Fonti, responsabile scientifico dell'Archivio dell'artista, e da Francesco Tetro, direttore del museo civico "Cambellotti" di Latina - è allestita dal 6 giugno all'11 novembre.
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA