Apre al pubblico il castello di Aymavilles

Dal 14 maggio dopo intervento restauro iniziato nel 2000

Redazione ANSA AOSTA

(ANSA) - AOSTA, 27 APR - Dal 14 maggio il castello di Aymavilles sarà aperto al pubblico in maniera definitiva, arricchendo in tal modo l'offerta culturale valdostana costituita da otto castelli e sei siti archeologici. Il maniero è stato oggetto di un profondo intervento di restauro e recupero, iniziato nel 2000. La prima citazione del castello risale al 1207. Passato alla famiglia nobile degli Challant, ha subito nel corso dei secoli notevoli trasformazioni. Nel 15/o secolo è stato arricchito da quattro torri angolari, da una doppia cinta muraria e dalla costruzione dell'ultimo piano. La successiva creazione del parco a terrazzamenti ha contribuito a dare al castello l'aspetto di una moderna residenza signorile immersa nel verde, perdendo completamente quello della fortezza difensiva medievale. Negli ultimi due secoli ha subito ulteriori rimaneggiamenti e dal 1970 è di proprietà della Regione autonoma Valle d'Aosta.
    "Il castello di Aymavilles - commenta l'assessore regionale ai Beni culturali e Turismo, Jean-Pierre Guichardaz - rappresenta un importante ampliamento dell'offerta turistico-culturale valdostana grazie ad un castello-museo diverso dagli altri, iconico e riconoscibile". Le visite al castello sono libere, ma si consiglia comunque la prenotazione.
    (ANSA).
   

 RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA
Modifica consenso Cookie