Chieri, dolore per strage Burkina Faso

Raid jihadista con 14 vittime. Città piemontese è gemellata

(ANSA) - TORINO, 4 DIC - La Città di Chieri, dal Torinese, "abbraccia le sorelle e i fratelli del Burkina Faso, ancora una volta vittime di un infame attentato jihadista". E' il testo di una nota diffusa dal sindaco, Alessandro Sicchiero, dopo il raid jihadista che domenica scorsa è costato la vita a 14 persone.
    Chieri è gemellata con Nanoro e in Burkina Faso operano i 'Fratelli della Sacra famiglia", che nella località piemontese gestiscono il complesso di Villa Brea.
    "Il sangue innocente versato - dichiara il sindaco - addolora profondamente la nostra comunità. Negli ultimi anni la situazione dei cristiani in questo Paese africano è sempre più critica, con il moltiplicarsi di violenze ed attentati. Una persecuzione 'silenziosa', che avviene nell'indifferenza della comunità internazionale".
    "Come chieresi - conclude Sicchiero - non faremo mancare la nostra vicinanza e solidarietà concreta".
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA


      Vai al Canale: ANSA2030



      Modifica consenso Cookie