Press Release

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Puglia

Noci - Parte con l’anno nuovo la sperimentazione della Tarip

ANCI Puglia

Ridurre la quantità di rifiuti indifferenziati per ridurre anche i costi della Tarip. È questo, in sintesi, il senso della Tariffazione Puntuale che dal primo gennaio entrerà in vigore nel Comune di Noci in via sperimentale per un anno. Dodici mesi in cui i cittadini avranno la possibilità di prepararsi al meglio al cambiamento affinando le proprie conoscenze sulla differenziazione dei rifiuti. A partire da gennaio 2023, infatti, superata la fase di sperimentazione, entrerà in vigore il nuovo sistema di calcolo della tassa rifiuti (Tarip) che ottemperando al principio europeo che “chi inquina paga” premierà i comportamenti virtuosi degli utenti che differenziano correttamente i materiali riciclabili e riducono al minimo quelli non riciclabili.

Tutti i meccanismi di questo più equo e moderno modello di tariffazione sono stati presentati questa mattina (20 dicembre) nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte il sindaco di Noci Domenico Nisi, l’Assessore all’Ambiente Anna Martellotta, il Referente dell’Ufficio Ambiente del Comune di Noci e direttore dell’Aro Ba6 Vito Maria Laforgia, il presidente della società di igiene urbana Navita srl Antonio Nunziante e il componente del CdA di Navita Francesco Roca.

Il Comune di Noci, tra i primi comuni del Sud ad avviare la tariffazione puntuale, adotterà il Modello Kayt che permette ad ogni utente di conoscere in tempo reale la percentuale di rifiuto e il numero di conferimenti prodotti. Già in uso da qualche anno nel Comune di Bitetto con risultati lusinghieri, il nuovo sistema nasce dal lavoro in sinergia con Innovambiente, partner informatico di Navita per l’elaborazione dei dati. 

In questa fase sperimentale i cittadini avranno come alleato l’App Navita per smartphone e pc per monitorare costantemente i conferimenti e rendersi conto, eventualmente, di errori commessi. Al fine di scongiurare l’abbandono illecito dei rifiuti, la tariffa prevede a monte un numero minimo annuo di conferimenti preassegnati di rifiuto indifferenziato, secco residuo.

Il passaggio alla tariffazione puntuale rappresenta per il Comune di Noci un ulteriore passo avanti dopo le ottime percentuali di raccolta differenziata raggiunte in questi anni e un’opportunità per migliorare ancora di più il servizio. 

Grazie ad un articolato sistema di elaborazione dati il nuovo sistema produce una green list di utenti con punteggi puntuali che determinano agevolazioni sul contributo da versare. In questo modo i cittadini diventeranno in prima persona responsabili di quanto pagheranno in tributi per il servizio di igiene urbana.

 

Domenico Nisi – Sindaco Comune di Noci

Porta a porta spinto e tariffazione puntuale: questo era complessivamente l’obiettivo programmatico della mia Amministrazione. Oggi mettiamo un altro passo importante, avviando – anche se ancora in fase sperimentale – la tariffazione puntuale per il calcolo della tassa sui rifiuti. Si tratta di una tassa “intelligente”, che consente ai cittadini di pagare in base alla quantità di rifiuti indifferenziati prodotti incentivando, di conseguenza, la riduzione di questo tipo di rifiuti. La sfida di fronte alla quale oggi tutte le istituzioni, a ogni livello, sono chiamate è quella di ridurre drasticamente la produzione di rifiuti, che non è più sostenibile per l’ambiente. Anche noi, nel nostro piccolo, non possiamo sottrarci a questo impegno per il pianeta, per il clima e per il benessere delle future generazioni.

Anna Martellotta – Assessore all’Ambiente del Comune di Noci

Quando è stato introdotto il sistema di raccolta differenziata porta a porta, con l’eliminazione dei cassonetti stradali, si è chiesto ai cittadini uno sforzo oltre che un cambio di abitudini per raggiungere l’obiettivo di aumentare i livelli di raccolta differenziata. Ora, con l’introduzione della tariffazione puntuale, andiamo a premiare i cittadini virtuosi, che differenziano bene e tanto. “Rifiuti 0” è l’orizzonte verso il quale dobbiamo tendere, anche e soprattutto attraverso un consumo consapevole e una drastica riduzione degli sprechi. Per questo stiamo lavorando anche in collaborazione con le Scuole, per educare i più giovani ad avere comportamenti virtuosi e in grado di generare impatti positivi per il futuro.

Vito Maria Laforgia - Referente Ufficio Ambiente Comune di Noci e Direttore ARO BA6

Ho partecipato ai tavoli tecnici per l’avvio della tariffazione puntuale nel Comune di Noci portando il contributo dell’Ufficio Ambiente e ho evidenziato alcune questioni che attengono prevalentemente agli aspetti operativi, con particolare riferimento alle peculiarità del nostro territorio e alle conseguenti implicazioni sulla gestione della TARIP. L’Ufficio Ambiente è sempre disponibile a dare il proprio contributo al fine di migliorare i servizi offerti.

Antonio Nunziante – Presidente Navita

Siamo orgogliosi dei risultati raggiunti in questi anni nel Comune di Noci e per aver costruito insieme il nuovo progetto della Tarip, strumento innovativo e trasparente a supporto della legalità. Noci era pronta per il passaggio alla tariffazione puntuale e l’Amministrazione ha fatto la scelta più opportuna che renderà la tassa dei rifiuti più equa e vicina ai cittadini.

Francesco Roca – CdA Navita

Insieme all’Amministrazione abbiamo condiviso di traghettare il Comune di Noci verso la Tariffazione Puntuale. Obiettivo che si intende raggiungere con il modello Kayt che ha già ottenuto importanti riconoscimenti nazionali ed internazionali. Per tutto l’anno 2022 l’impiego del modello Kayt sarà interamente sperimentale per permettere così all’utenza di acquisire le conoscenze del nuovo sistema.

COMUNICATO STAMPA - Responsabilità editoriale ANCI Puglia

Modifica consenso Cookie