Dpcm: controlli dei Nas in corso in palestre e piscine

Verifiche sull'osservanza dei protocolli anti covid

Controlli da parte dei Nas dei Carabinieri - apprende l'ANSA -sono in corso in palestre e piscine di tutta Italia. L'attività ispettiva è ovviamente diretta a verificare l'attuazione dei protocolli anti covid negli impianti sportivi. Tra le strutture sottoposte nelle ultime ore a controllo, oltre ad alcune palestre romane, il centro tecnico di nuoto di Frosinone affidato dal comune alla federazione italiana. Raggiunto telefonicamente dall'Ansa, il presidente della Fin Paolo Barelli ha confermato: "Sì, il responsabile mi ha comunicato che c'è stata la visita dei Nas e che tutto naturalmente è risultato in regola. Noi dello sport siamo contenti di questa attività perché improntati alla lealtà e al rispetto delle regole. Se poi dovesse emergere qualche singolo non a posto con le norme, è giusto che paghi. Naturalmente, da cittadini, ci aspettiamo che gli stessi controlli vengano effettuati in cinema, teatri, ristoranti...". 

Ricciardi, avrei assolutamente chiuso palestre e piscine - "Io avrei chiuso le palestre e le piscine, assolutamente sì. Sono sicuro che molti gestori le tengono benissimo, ma sono luoghi in cui fatalmente le distanze di sicurezza vengono accorciate. E nel momento in cui questo succede per milioni di casi...". Lo dice a Rai Radio1, ospite di Un Giorno da Pecora, Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute Roberto Speranza. 

"Siamo alla vigilia di mesi molto duri: facciamo tutti uno sforzo sulla base della ragione, risolveremo questa situazione ma nel 2021. Ne usciremo, ne sono sicuro", ha aggiunto Ricciardi. Quanto al vaccino anti Covid, "sono ottimista. Ma la campagna vaccinale arriverà nel 2021, non prima. Credo che prima però - sottolinea Ricciardi - arriverà una terapia più forte, i cosiddetti anticorpi monoclonali, che sono molto promettenti".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie