Borsa: Milano archivia debole un mese record, giù Unicredit

Corre Mps. Male Eni e Tenaris con calo del greggio

(ANSA) - MILANO, 30 NOV - La Borsa di Milano archivia con una seduta in ribasso (-1,3% a 22.060 punti) un mese che ha offerto guadagni record ai listini mondiali sull'onda degli annunci sui vaccini. Per Piazza Affari iI guadagno mensile ha sfiorato il 23%.
    La giornata ha visto la caduta di Unicredit (-4,96%) col mercato che ha mal digerito la possibile uscita del ceo Jean Pierre Mustier: un suo passo indietro aprirebbe le porte al salvataggio di Mps (+3,01%) che ne ha beneficiato.
    Tra titoli più penalizzati Hera (-3,65%) e Mediobanca (-3,31%) in una brutta seduta per i bancari così come per i petroliferi.
    In scia al calo delle quotazioni del greggio, per il nulla di fatto nel meeting informale dell'Opec su un eventuale rinvio a gennaio dell'aumento della produzione, Eni e Tenaris hanno perso entrambi il 3,25%. La rotazione dei portafogli degli investitori ha premiato invece Pirelli (+3,57%), Prysmian (+1,97%) e Campari (+1,47%) , ossia industria e consumi, insieme a Diasorin (+2,2%). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia



        Vai al sito: Who's Who

        Modifica consenso Cookie