Immobiliare: riqualificazione per Zecca,diventa polo museale

Edificio storico nel quartiere Esquilino a Roma

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - Presentato il progetto di riqualificazione e recupero dello storico edificio che ha ospitato la prima "Zecca d'Italia" nel quartiere Esquilino a Roma. Il progetto del gruppo guidato dallo Studio Atelier(S) Alfonso Femia che si è aggiudicato il concorso internazionale bandito dal Poligrafico e Zecca dello Stato prevede la nascita di un polo culturale a vocazione museale.
    L'edificio sarà anche luogo di formazione e promozione per i "mestieri d'arte",per la preziosa tradizione della Scuola dell'Arte della Medaglia, attiva nell'edificio sin dall'inaugurazione, nel 1911.
    "La combinazione dell'attività industriale con quella della produzione artistica - afferma Paolo Aielli, amministratore delegato del Poligrafico e Zecca dello Stato - è effettivamente l'elemento che ha ispirato la nascita della prima "Zecca d'Italia" agli inizi del '900 e che caratterizza ancora oggi il nostro lavoro". "Riqualificare gli spazi della città significa restituire ai cittadini luoghi di aggregazione, di confronto culturale e sociale - dichiara la Sindaca di Roma Virginia Raggi -. È questo l'obiettivo del recupero di un complesso importante come la Zecca d'Italia nel quartiere Esquilino". Il nuovo complesso edilizio prevede uno spazio museale per mostre temporanee, un centro Convegni, un centro di artigianato di qualità, un centro servizi culturali, una biblioteca con archivio storico, i nuovi laboratori per i giovani talenti della Scuola dell'Arte della Medaglia (Sam), un bookshop con caffetteria e una foresteria.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video Economia


        Vai al sito: Who's Who