Umbria

Bonetti, è dovere tutelare conquiste donne afghane

Ministra si rivolge a comunità internazionale durante W20 Assisi

(ANSA) - ASSISI (PERUGIA), 07 SET - "Il pensiero alle donne afgane è costante e c'è una responsabilità di tutta la comunità internazionale che abbiamo voluto interpretare anche durante il G20 dove, anche grazie alla sollecitazione del presidente Draghi, la questione afgana e i diritti delle donne sono stati posti come un tema di dibattito e di condivisione": così la ministra per le Pari opportunità e la famiglia, Elena Bonetti, parlando con i giornalisti a margine dell'incontro del W20 ad Assisi.
    "La responsabilità di tutelare i diritti fondamentali, anche di garantire i diritti di cittadinanza che sono stati conquistati dalle donne - ha detto la ministra -, è un dovere per tutta la comunità internazionale, in particolare, certamente, anche per i Paesi del G20 ma io penso al contesto europeo. L'Italia su questo è impegnata in prima linea".
    "Oggi la questione delle donne afgane, che stanno resistendo - ha detto Bonetti durante il suo intervento -, chiede la nostra responsabilità ed è chiaro che nessuno può voltare lo sguardo dall'altra parte. Il nostro dovere storico, quello di cui renderemo conto, è fermare lo sguardo, allungare la mano e costruire percorsi di salvezza e di tutela dei diritti fondamentali ma anche di promozione di una cittadinanza che venga riconosciuta in tutti i contesti". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA


        Vai al Canale: ANSA2030
        Vai alla rubrica: Pianeta Camere



        Modifica consenso Cookie