Sindaci, sisma pronti restituire fasce

Se misure per aree sisma non saranno in dl Rilancio

(ANSA) - NORCIA (PERUGIA), 05 LUG - "Siamo pronti a restituire le fasce tricolori al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, se il pacchetto di misure per le zone terremotate non verrà reinserito nel dl 'Rilancio', dopo che è stato bocciato dalla Commissione bilancio della Camera": a dirlo all'ANSA è il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, che spiega di parlare anche a nome di Sandro Sborgia e Mauro Falcucci, sindaci di Camerino e Castelsantangelo sul Nera. Si sono ritrovati, assieme all'assessore regionale delle Marche Angelo Sciapichetti, sul Pian Perduto per celebrare la festa della Madonna della Cona, in cui si ricorda la pace sancita nel 1522 tra le popolazioni di Castelluccio e Villa di Gualdo, frazione di Castelsantangelo. "A questo punto non siamo più disposti ad andare avanti in queste condizioni - hanno aggiunto Alemanno, Sborgia e Falcucci -, intanto vogliamo conoscere immediatamente gli atti della Commissione e comprendere perché il pacchetto di misure sia stato estromesso dal decreto Rilancio. Ma vogliamo anche sapere chi tra i membri della Commissione ha dato parere negativo alle misure richieste". "Interesseremo immediatamente l'Anci - ha concluso Alemanno -, quello che è accaduto è gravissimo, a queste condizioni ci pensi il governo a gestire la ricostruzione del Centro Italia, noi sindaci non siamo più disposti a lavorare così". Gli emendamenti che dovevano essere inseriti nel decreto "Rilancio" contenevano, tra le altre cose, anche la stabilizzazione del personale in forza agli Uffici speciali, la proroga dello stato di emergenza dopo il 31 dicembre, l'aumento degli incentivi per i tecnici chiamati a nuovi adempimenti tra cui l'autocertificazione dei progetti e la destinazione del 5% dei fondi della ricostruzione pubblica a favore delle attività produttive del "cratere sismico". (ANSA).
RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA




Modifica consenso Cookie