19:07

Rom: Salvini, nessuna schedatura,

Ricognizione campi, controllare come vengono spesi fondi Ue

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - "Non è nostra intenzione schedare o prendere le impronte digitali a nessuno, nostro obiettivo è una ricognizione della situazione dei campi rom. Intendiamo tutelare prima di tutto migliaia di bambini ai quali non è permesso frequentare la scuola regolarmente perché si preferisce introdurli alla delinquenza". Lo precisa il vicepremier e ministro dell'Interno Matteo Salvini, sottolineando che "vogliamo anche controllare come vengono spesi i milioni di euro che arrivano dai fondi europei".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

19:03

Libia: dimezzato stoccaggio a Ras Lanuf

E rischio mega-incendio per attacco milizia di Jadhran

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - IL CAIRO, 18 GIU - Si é quasi dimezzata la capacità di stoccaggio uno dei due maggiori terminal petroliferi libici, quello di Ras Lanuf, dove si rischia un mega-incendio in seguito all'attacco portato giovedì dai miliziani di Ibrahim strappando gli scali al controllo del generale Khalifa Haftar.
    La Compagnia petrolifera nazionale (Noc) libica, in un comunicato diffuso oggi, ha annunciato che nell'attacco é andata "perduta" non solo la mega-cisterna numero 12 (come confermato sabato) ma anche quella n.2: "ciò ha causato una riduzione dalla capacità di stoccaggio del greggio di 400 mila barili (da 950 mila a 550 mila)", precisa la nota.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

18:50

Camere: Pd verso presidenza Copasir

Guerini in pole per guidare il Comitato per la sicurezza

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - Il Comitato per la sicurezza (Copasir) dovrebbe essere guidato dal Pd. L'elezione del presidente si terrà solo la prossima settimana, dopo la formazione delle commissioni parlamentari permanenti, ma - a quanto si apprende - dovrebbe tenere l'accordo Dem-Fi in base al quale agli azzurri spetterebbe la presidenza della commissione di Vigilanza Rai. In pole al vertice del Copasir c'è Lorenzo Guerini ma nella stessa commissione potrebbe sedere anche l'ex segretario Pd Matteo Renzi.
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

18:46

Casamonica,Salvini parli ma noi italiani

"con due parole non può cambiare la nostra vita"

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - "Salvini può dire quello che vuole, ma noi Casamonica siamo italiani da 7 generazioni. Con due parole non può cambiare la vita delle persone". Commenta così Luciano Casamonica, componente dell'omonima famiglia rom della Capitale, la proposta del ministro dell'Interno Matteo Salvini di censire i nomadi in Italia e poi espellere gli irregolari.
    "Io sono nato a Roma e mi sento romano - sottolinea Luciano Casamonica - Lavoro e ho fatto cinema. I miei figli sono nati qui e il mio papà era abruzzese. Se Salvini vuole fare un censimento dei rom stranieri non posso metterci bocca, noi siamo italiani".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

18:25

In programma Governo superare campi rom

E obbligo frequenza scuola minori pena allontanamento famiglia

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - La "chiusura di tutti i campi nomadi irregolari in attuazione delle direttive umanitarie; il contrasto ai roghi tossici e l'obbligo di frequenza scolastica dei minori pena l'allontanamento dalla famiglia o la perdita della responsabilità potestà genitoriale", sono messi nero su bianco nel contratto di Governo firmato da M5S e Lega.
    Nel documento si sottolinea che "il dilagare dei campi nomadi negli ultimi anni, l'aumento esponenziale di reati commessi dai loro abitanti e le pessime condizioni igienico-sanitarie a cui sono sottoposti, ha reso tale fenomeno un grave problema sociale, con manifestazioni esasperate soprattutto nelle periferie urbane coinvolte".
    Ad oggi, secondo M5S e Lega circa 40mila rom vivono nei campi nomadi ed il 60% sono minori. "In ogni caso - viene rilevato - proponiamo di intervenire per il pieno superamento dei campi rom in coerenza con l'ordinamento dell'Unione Europea".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA


18:14

Di Maio, Salvini? Non ho complessi...

Per primo ho sollevato questione Ong e Lega mi sostiene su rider

Chiudi  (ANSA)

(ANSA) - ROMA, 18 GIU - "Questo è un complesso che non ho.
    Come non lo hanno i nostri ministri o i nostri parlamentari". Lo dice all'Huffington Luigi Di Maio parlando dei rapporti con Matteo Salvini e della forte impronta che starebbe dando la Lega al governo. "Semplicemente uno dei primi temi che stiamo affrontando è quello dell'immigrazione. Fui io stesso a sollevare un anno fa la questione delle Ong. Semplicemente siamo andando avanti compatti su questo tema. Per quel che riguarda il mio ministero, per esempio, ho sollevato la questione dei diritti e delle tutele dei riders, ho avuto sostegno da parte della Lega e anche su quello procederemo insieme" afferma Di Maio che conclude: "Ricordo sempre che c'è solo un unico presidente del Consiglio, che si chiama Giuseppe Conte. Poi ognuno di noi fa il proprio lavoro, e lo stanno facendo tutti bene".
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA





Pubblicità