Anc-Adc, slitti il 'saldo e stralcio'

'Scadenza 30 aprile prossima, ma urge differimento per lentezze'

Redazione ANSA ROMA

(ANSA) - ROMA, 26 APR - "La scadenza del 30 aprile per la presentazione delle dichiarazione di adesione alla definizione agevolata dei ruoli e del 'saldo e stralcio' dei debiti è oramai prossima, e su tutto il territorio nazionale si riscontrano ancora molteplici problemi in ordine all'acquisizione di tutti i dati necessari per procedere nelle pratiche". A denunciarlo l'Anc e l'Adc, sindacati dei commercialisti, che sottolineano in una nota come da "diverse regioni" giungano "notizie di rallentamenti dovuti a ritardi nel rilascio delle stampe delle situazioni debitorie e della relativa suddivisione tra ruoli per definizione agevolata e per 'saldo e stralcio', lentezza nell'ottenere le attestazioni Isee, infinite code agli sportelli preposti e tempi lunghi di attesa per ottenere i codici pin", e "in particolare, in Sicilia la situazione con Riscossone Sicilia sembra essere la più grave". Per le associazioni dei professionisti, "data l'importanza dei due provvedimenti legislativi, dal punto di vista della loro specifica e mirata finalità sociale, va posta l'attenzione sull'assoluta necessità di un differimento del termine dal 30 aprile almeno al 31 maggio, per dare modo agli utenti di completare correttamente le procedure necessarie e all'Amministrazione finanziaria di intervenire sui sistemi per renderli adeguati al numero delle richieste", si legge infine. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Archiviato in